Archive for February, 2008

poesie del venerdì

Friday, February 29th, 2008

 4www.gif

UN CARATTERE DIFFICILE (TEZHÂK HARAKTER)

Come una pietra al collo,
come il segno di un coltello,
come un velo nero,
un soldo di rame antico,
io ti porto sempre addosso,
non importa se mi pesi
dalla testa ai piedi,
non importa se soffro!
Come il segno di una magia,
pozione per la mia febbre,
come la forte rakia,
un dado bianco, già gettato -
con il freddo, con il fuoco - tutta la vita -
ti giuro o ti benedico,
buongiorno e addio,
amor morboso mio.

Miriana Basheva (1976)

4www.gif

SENZA AMORE

Da questo momento vivrò senza amore.
Libera dal telefono e dal caso.
Non soffrirò. Non avrò dolore né desiderio.
Sarò vento imbrigliato, ruscello di ghiaccio.

Non pallida per la notte insonne -
ma non più ardente il mio volto.
Non immersa in abissi di dolore -
ma non più verso il cielo in volo.
Non più cattiverie - ma nemmeno
gesti di apertura infinita.
Non più tenebre negli occhi, ma lontano
per me non s’aprirà l’ orizzonte intero.

Non aspetterò più, sfinita, la sera -
ma l’alba non sorgerà per me.
Non mi inchioderà, gelida, una parola -
ma il fuoco lento non mi arderà.
Non piangerò sulla crudele spalla -
ma non riderò più a cuore aperto.
Non morrò solo per uno sguardo -
ma non vivrò realmente mai più.

Blaga Dimitrova

4www.gif

Gli uomini occasionali

Gli uomini occasionali non mi derubano
Anche se rovistano con dita accanite
Nelle pieghe del corpo mio giovane
Come in portafoglio da qualcuno perso.
Gli uomini occasionali non mi tradiscono -
Dimenticano sia il nome che il viso mio.
Arrivano, e poco prendono, e poco danno.
Si vestono e … semplicemente se ne vanno.
Gli uomini occasionali non chiedono fedeltà.
Nel loro viaggio verso le stazioni prossime,
gli occasionali restano occasionali.
Si toccano, s’infiammano e bruciano.

ELKA VASSILEVA

4www.gif


ADESSO

Adesso…
Mi sto allontanando…
Perché? - Ormai è fatto…
Nel profondo - da qualche parte in me,
giace la risposta.
Adesso…
So soltanto che lo sento -
l’allontanamento…
Da te, da lei, da me stessa,
da tutti…
Perché? - Volevo appartenerti,
possederti,
dimenticarmi -
con te …
Tutto si allontana da tutto.
Adesso… Quando si elimina tutto.
Adesso… Quando estraneo è tutto.
Adesso… Quando nessuno ha nessuno…

ANNAMARIA PETROVA-GHIUSELEV

4www.gif
a bientot

ridateci il nemico…

Thursday, February 28th, 2008

Campagna elettorale davvero sotto tono se il cavaliere anzichè prendersela col suo rivale/antagonista se la prende col povero Di Pietro.

. “Io ho orrore di Di Pietro e lo dico alto e forte”, ha detto Berlusconi nel corso della trasmissione (Radio Anch’io), sottolineando che il leader dell’Idv è “il campione delle manette”.

E per dirla come il diretto interessato: ma che c’azzecca?

Veltroni , secondo me, è stato furbissimo, ha messo in moto il “buonismo” ed ora tutti a muoversi con una cautela esagerata.

Ieri sera a Ballarò ho sentito D’Alema dire che Berlusconi aveva fretta perchè a lui è il tempoi che manca siccome , ahimè, è vecchio!

E’ corso un brivido in platea. Casini ha strabuzzato gli occhi. Floris trattenuto il respiro. Formigoni, pieno di indignazione, ha deglutito e poi risposto in modo pacato ma i suoi occhi dicevano : ma come puoi essere così cattivo?

Insomma… una campagna ricca di bon ton e chi sfora esposto al pubblico ludibrio.

Ma il cavaliere è un rissoso per natura, allora,  che fare?

Prendersela con Di Pietro. Conta come il due di picche… chi volete che se ne accorga?

Intanto passa un po’ sotto silenzio (forse perchè anche i giornalisti non vogliono essere sgarbati ) la vicenda dei depositi  nel principato del Liechtenstein.

Finanzieri, prestanome delle mafie, riciclatori, politici, imprenditori, tutti insieme appassionatamente ( ma questa definizione l’ho letta su Liberazione) per la circolazione e la segretezza dei flussi di denaro.

E noi? Noi qui come sempre. A farci gli affari nostri. Abbiamo capito che mirano ad arrivare ad una percentuale di elettori del 20%. Che si vogliono bene. Che sono educati. Ma che, soprattutto, non vogliono renderci conto. Non vogliono giustificarsi con noi.

E non saremo certo noi gli unici maleducati ad alzare la voce. Vero?

A bientot

ansia con attacchi di panico

Wednesday, February 27th, 2008

Da sempre ho un rapporto controverso con i Baustelle, ci sono  loro canzoni che adoro ma a volte mi paiono solo desiderosi di raggiungere la fama , cosa  per altro lecita, ma io amo gli artisti puri ,quindi un po’ mi infastidiscono. Nel  nuovo CD ho sentito questa canzone : 

Una canzone nata contro il panico
Un esorcismo, un tocco di voodoo
Un modo per allontanare il baratro
Senza ansiolitici, senza lo xanax
Come cani in autostrada
Come in cerca della roba
Avere la visione della morte
Fottere tutto e naufragare
Mettere gli stivali e farli andare
Correre per non arrivare
Amare il rogo, amare il suo bruciare
Sopra il palco illuminato, o nel deserto
Mettersi a cantare un inno rock and roll
à la Lee Hazlewood
Una canzone nata contro il panico
Contro l’angoscia e la carestia
Una preghiera contro l’inquietudine
Contro l’orrore e il vuoto quotidiano
Come santi sebastiani
Come bestie sugli altari
Avere la visione della morte
Fottere tutto e naufragare
Mettere gli stivali e farli andare
Correre per non arrivare

questa canzone mi ha riportata ad uno dei periodi più atroci della mia vita.

Ho sofferto di ansia con attacchi di panico.Non ne parlo volentieri. Non ne parlo mai.

E’ una malattia assurda, immotivata , che ti costringe a comportamenti innaturali .

Se qualcuno di voi ne ha sofferto capirà. Gli altri non andranno neppure vicini all’orrore.

Una malattia che non è davvero riconosciuta come tale quindi nessuno ti compatisce. Nessuno si spiega perchè tu non possa far cose semplici come attraversare una piazza. Entrare in un negozio .

Spesso all’orrore degli attacchi di panico si aggiungono una serie di fobie come l’agorafobia ,la claustrofobia …e nel mio caso la vergogna sociale. Quindi nessuno si è mai accorto di un mio attacco di panico. Morivo ma in silenzio.

Esisti solo tu … e la malattia. Il mostro. Tu lotti e lei vince.

Tu ti costringi in spazi sempre più ristretti che ti paiono sicuri. Ti tormenti . Ti chiedi il perchè.

Ricordo di aver pianto moltissimo in quel periodo. Mi odiavo.

Tutto era funzionale alla malattia. E la paura più grande era che gli altri mi scambiassero per una pazza.

Durante un attacco di panico io mi ripetevo un mantra per staccare il cervello da quel che mi stava accadendo. Cercavo di fuggire dal luogo dove il panico mi aveva assalita. Speravo di morire perchè tutto finisse.

Poi come è arrivata la “bestia” se ne è andata. Senza motivo.

E’ rimasta la paura.

Non ne parlo mai. Mi spaventa il parlarne. Mi pare un modo per evocarla. Ma questa canzone dei Baustelle mi ha riportata a quei momenti.

E ho deciso di parlarvene . Non so perchè.

a bientot

Una canzone per Sanremo 

 Cetto La Qualunque

http://www.rai.tv/mpplaymedia/0,,RaiTre-Chetempochefa^7^61248,00.html

prendiamola allegramente…

Tuesday, February 26th, 2008

E’ partito  un festival di Sanremo bipartisan, questo è scritto sul Corriere, cosa significhi non lo so. Leggo l’articolo e scopro che chi sale sul palco deve firmare un contratto di apoliticità! Ah però! Non immaginavo che avere delle idee fosse un reato. Non un certificato antimafia, uno antipolitica. Ah però! La favorita , certa Anna Tatangelo,  canta col santino di Padre Pio in tasca. Ah però!Se non sbaglio è la ventunenne che sta con un uomo sposato che per lei ha lasciato moglie e quattro figli … sì dovrebbe essere lei.  Comunque Baudo assicura che non sarà un festival a favore di Walter Veltroni … speriamolo!

cuore.bmp

Approposito di Walter Veltroni , ho trovato un sito carinissimo su di lui.

Rifacendosi al divertente sito su Chuck Norris ci mostra un Veltroni disposto a tutto pur di essere buono

- Uolter Ueltroni ha scritto a Mussi un SMS: “se torni, annullo tutto”.

- Chuck Norris in realtà è un Uolter Texas Ranger

- Quello di Uolterueltroni è l’unico angelo custode che ha il suo umano custode

- Il canarino di Uolterueltroni fischietta solo canzoni di Jovanotti.

- Uolterueltroni ha i nani in giardino, ma sono tutti alti.

Questo sito gli è dedicato perchè Uolter non ha nemici, ma solo amici che non hanno ancora capito.

Siccome io sono una dei lettori che è arrivata al sito attraverso il Corriere e gli autori hanno scritto espressamente che a questo tipo di utenti vogliono bene ricambio il bene e pubblico il loro link :

http://uolterueltroniisonmymind.splinder.com/

andateci, è davvero divertente.

cuore.bmp

La Santanchè ( ma mi pare questo sia il cognome dell’ex marito non il suo ) imperversa sparando giudizi a destra e a manca. Ovviamente il primo traditore è Fini, relegato ormai a funzionario di partito, lei ovviamente si dice fiera di essere fascista. Se non fosse un reato esserlo ci congratuleremmo con lei per la supponenza dimostrata verso la Storia. Per lei cattolica il male assoluto è il diavolo… forse anche essere divorziata ed avere un altro compagno dovrebbe essere male… ma questo la religiosissima Santanchè non lo contempla.

Adoro i religiosi che seguono una propria religione…

prendiamola per ridere…

a bientot 

PS: ora voglio riportare un articolo del Corriere della Sera  e qui non c’è nulla da prendere allegramente:

La caserma di Bolzaneto trasformata in un luogo di torture fisiche e psicologiche. Quasi come un girone dell’inferno in cui ragazzi e ragazze arrestati durante le manifestazioni del G8 di Genova furono picchiati, tenuti ore e ore in piedi con le mani alzate, accompagnati in bagno e lasciati con le porte aperte, insultati, spogliati, derisi e minacciati di guai peggiori, tra cui la sodomizzazione. Non ha risparmiato particolari inquietanti la seconda parte della requisitoria dei pm Vittorio Ranieri Miniati e Patrizia Petruzziello, iniziata lunedì mattina, che si protrarrà per altre quattro udienze, al processo per le violenze nella caserma di Bolzaneto durante il G8 del 2001 a Genova. Gli imputati sono 45 vertici apicali appartenenti al personale della polizia penitenziaria, polizia di stato, carabinieri e medici.

RAGAZZE NUDE E COMMENTI BRUTALI - Stare in piedi per ore e ore, fare la posizione del cigno e della ballerina, abbaiare come cani per poi essere insultati con minacce di tipo politico e sessuale, schiaffi e colpi alla nuca e anche lo strappo di piercing anche dalle parti intime: questo il genere di vessazioni subite dagli arrestati all’interno della caserma di Bolzaneto. Molte le ragazze obbligate a spogliarsi, a fare piroette con commenti brutali da parte di agenti presenti anche in infermeria. «L’infermeria - ha denunciato il pm Miniati - che doveva essere un aiuto in caso di sofferenza è diventata un luogo di ulteriore vessazione».

LE TESTIMONIANZE - Non sono mancati nella requisitoria di Ranieri Miniati i riferimenti alle testimonianze più salienti delle parti lese durante il processo. Tra queste quella di Massimiliano A., 36 anni, napoletano, disabile al cento per cento. «Gli agenti mi hanno preso in giro - aveva raccontato al processo - per la mia bassa statura, insultandomi con “Nano buono per il circo”, “Nano di merda”, “Nano pedofilo”». Il pm ha anche ricordato che Massimiliano per un’ora non riuscì a farsi accompagnare in bagno, per cui si fece addosso i suoi bisogni e rimase sporco a lungo perchè gli impedirono di pulirsi.

Ora io mi chiedo e me lo sono chiesta anche ieri perchè sia rimasta solo Haidi Giuliani a gridare contro questa mostruosità. Ma davvero nessuno prova vergogna? Nessuno ha più la forza di indignarsi? Io non riesco a perdonare e neppure a dimenticare e vi invidio!

non credo a quel che vedo sui giornali…

Monday, February 25th, 2008

Il Papa stringe la mano ad un rubizzo e ridente Ferrara… non può essere vero! Lo è !

La cosa che più mi turba è il laicissimo, raccomandatissimo,  grassissimo  conduttore a messa ,seduto in prima fila … non credo sia mai avvenuto nei primi 50 anni della sua vita ( anzi mi risulta che abbia anche tentato di prenotare i biglietti di prima fila convinto vi fosse una  una prevendita dei posti in sacrestia..)… ma Parigi val bene una messa… !

Che tristezza!

chi-1.jpg

Walter Veltroni «ha il diploma in cinematografia, io sono semplicemente laureato con 110 su 110». Lo ha affermato Silvio Berlusconi, intervenendo ad una manifestazione di Forza Italia a Roma…

Ma va… Romolo e “Remolo” si rivoltano nella tomba a sapere di questo 110… ma che mi fa impressione è lo squallore di tutto questo. A quando il “Votatemi perchè ce l’ho più lungo ” ?

Che desolazione!

chi-1.jpg

I ritratti di Tim Patch dipinti col pene
Tim Patch infatti non usa i pennelli per applicare i colori sulla tela ma il suo pene. Il quadro di Patch, che ha adottato il nome d’arte di ”Pricasso” (un gioco di parole che fonde ”prick”, pisello, e Picasso) lo ritrae nudo ma con in testa un cappello a cilindro, mentre tiene davanti a se’ una tela bianca per nascondere il suo singolare ”pennello”.”Dipingere per ore su tela non e’ molto piacevole per la pelle. E’ piuttosto stancante e anche doloroso…io uso antisettici. Per lo sfondo pero’ ho usato il sedere, perche’ bisogna anche avere della pause”, ha dichiarato l’artista al ‘Sydney Morning Herald’, che lo mostra al lavoro nel suo sito web.

 e finalmente un po’ di allegria!

a bientot

Il G8 di Genova è stata una ventata di follia da una parte e dall’altra

Sunday, February 24th, 2008

“Il G8 di Genova è stata una ventata di follia da una parte e dall’altra. Tutti hanno perso il controllo”. Lo ha detto questa mattina il procuratore aggiunto Mario Morisani.

Riporterò solo il commento di Haidi Giuliani , senza commentare:

Le parole del procuratore aggiunto Mario Morisani sul G8 di Genova per i fatti di Bolzaneto sono gravissime“. Lo sostiene la senatrice della Sinistra Arcobaleno Haidi Giuliani, madre di Carlo il ragazzo ucciso in Piazza Alimonda che contestal’affermazione che gli organi dello Stato possano lasciarsi andare alla ‘follia’ e che possano perdere il controllo”. “Vorrei solo ricordare - osserva la senatrice del Prc - che la ‘follia’ dei manifestanti, compresi gli infiltrati, ha provocato danni alle cose, mentre la ‘follia’ degli uomini dello stato ha provocato migliaia di feriti, alcuni molto gravi, arresti arbitrari, torture e un morto”.  (fonte: Ansa.it)

a bientot

ma che è successo alla campagna elettorale?

Saturday, February 23rd, 2008

Abituata a vivere in campagna elettorale permanente… abituata a sentire “strombazzare tromboni tronfi”…abituata a veder strumentalizzata ogni frase dell’avversario…abituata a sentir lanciare le ipotesi più strambe per provare l’incapacità dell’avversario…abituata all’opinione della Chiesa sulle lunghezze di Dolce & Gabbana… tutto questo silenzio mi spaventa!

Che sta succedendo? Il bandanato è sotto tono… i suoi scagnozzi tirano a campare…Fini pensa di compiere una mossa astuta e coraggiosa proponendoci un nessuno come la Meloni alla guida di una città importante e prestigiosa come Roma… ma senza sbraitare. Eminenz tace…persino il bambino grasso tace, è stato tacitato  dalle bacchettate dell’ultra conservatrice Binetti…ma che succede?

Siamo un popolo di fracassoni…questo silenzio è fastidioso…c’è un napoletano con il tricche e ballacche in ognuno di noi… il silenzio è foriero di cattive nuove! Infatti se accade qualche cosa di grave usiamo l’espressione : Sono senza parole!

L’unico colpo di scena dell’ultima settimana sono le candidate del cavalier da Arcore: Aida Yespica… e come dice  Cossiga :

 «Silvio Berlusconi - dichiara l’ex presidente della Repubblica - è anzitutto un grande impresario teatrale che crede che la bella apparenza conti anche elettoralmente: basta dare uno sguardo agli elementi femminili del suo gruppo».

La signora Yespica - dice il senatore a vita - è da lungo tempo una delle più care amiche di Berlusconi, e lui notoriamente ne apprezza molto le doti di intelligenza, nonchè quelle artistiche: l’avvenenza delle donne, come è noto, non lo ha mai interessato».

Ma la cosa divertente è che lei ha rifiutato dicendo di schierarsi con Veltroni.

Non pago il cavaliere si è gettato sulla rossa del grande fratello…sollevando un vespaio fra i suoi.

Allora , unendomi al buonismo imperante, do un consiglio al cavaliere: Cavaliè le ragazzone formose si portano IN camera… non ALLA Camera!

Ma oltre a queste cose risibili non accade nulla. Politicamente parlando tutto è fermo.

Tutti zitti! Di Pietro ci ha provato a movimentare un po’ la scena… ma è stato subito tacitato… Grillo urla i vaffanculo ogni tre per due…ma non se lo fila nessuno… che sta accadendo?

Davvero io sono parecchio provata da questa situazione anomala…

Voi state bene? Teniamoci in contatto… in attesa di sviluppi…

a bientot

“La teoria è quando si sa tutto e niente funziona.

La pratica è quando tutto funziona e nessuno sa il perché.

In questo caso, abbiamo messo insieme la teoria e la pratica: non c’è niente che funziona… e nessuno sa il perché!”


(Albert Einstein)

                            

poesie del venerdì

Friday, February 22nd, 2008

fiore2211.gif 

Pensiero,io non ho più parole.
Ma cosa sei tu in sostanza?
qualcosa che lacrima a volte,
e a volte dà luce.
Pensiero,dove hai le radici?
Nella mia anima folle
o nel mio grembo distrutto?
Sei così ardito vorace,
consumi ogni distanza;
dimmi che io mi ritorca
come ha già fatto Orfeo
guardando la sua Euridice,
e così possa perderti
nell’antro della follia.

Alda Merini

fiore2211.gif

Non sono nulla, non posso nulla, 
non perseguo nulla.
Illuso, porto il mio essere con me.
Non so di comprendere, 
né so se devo essere, 
niente essendo, ciò che sarò.
A parte ciò, che è niente, un vacuo vento
del sud, sotto il vasto azzurro cielo
mi desta, rabbrividendo nel verde.
Aver ragione, vincere, possedere l’amore
marcisce sul morto tronco dell’illusione.
Sognare è niente e non sapere è vano.
Dormi nell’ombra, incerto cuore.
.
Fernando Pessoa

fiore2211.gif

Amore,
vola da me
con l’aeroplano di carta
della mia fantasia,
con l’ingegno del tuo sentimento.
Vedrai fiorire terre piene di magia
e io sarò la chioma d’albero più alta
per darti frescura e riparo.
Fa’ delle due braccia
due ali d’angelo
e porta anche a me un po’ di pace
e il giocattolo del sogno.
Ma prima di dirmi qualcosa
guarda il genio in fiore
del mio cuore.

Alda Merini

fiore2211.gif

Lascio la casa bianca e il muto giardino.
Deserta e luminosa mi sarà la vita.
Nessuna donna saprà cullarti
come io ti celebro nei miei versi:
non scordare la tua cara amica
nell’Eden che hai creato per i suoi occhi,
per me che spaccio una merce rarissima
e vendo il tuo tenerissimo amore.

  Anna Achmatova

fiore2211.gif

Sono folle di te, amore
che vieni a rintracciare
nei miei trascorsi
questi giocattoli rotti delle mie parole.
Ti faccio dono di tutto
se vuoi,
tanto io sono solo una fanciulla
piena di poesia
e coperta di lacrime salate,
io voglio solo addormentarmi
sulla ripa del cielo stellato
e diventare un dolce vento
di canti d’amore per te.

Alda Merini,

fiore2211.gif

Questa la ripropongo perchè la trovo magnifica:

Bevo a una casa distrutta,
alla mia vita sciagurata,
a solitudini vissute in due
e bevo anche a te:
all’inganno di labbra che tradirono,
al morto gelo dei tuoi occhi,
ad un mondo crudele e rozzo,
ad un Dio che non ci ha salvato.

  Anna Achmatova

fiore2211.gif

a bientot

PS: Nooooooooooooooooooooooo la Yespica noooooooooooooooooooooooooo

fotografato il punto “G”

Thursday, February 21st, 2008

Fotografato il «punto G» su parete vagina
Un ricercatore italiano lo ha localizzato con un semplice esame diagnostico
Si torna a parlare del celeberrimo «punto G», l’area della vagina che sarebbe fondamentale per l’orgasmo femminile. Il professor Emmanuele Jannini Docente di Sessuologia Medica, dell’università de L’Aquila, lo ha «fotografato» in un gruppo di donne individuandolo in un piccolo ispessimento della parete che divide la vagina dall’uretra. Le donne che hanno questo particolare anatomico sarebbero quelle in grado di avere il cosiddetto  ” orgasmo vaginale” (Corriere della Sera)

Ollè! Adesso sì che siamo più serene. Il punto G esiste! Risolto uno dei più grandi misteri del piacere femminile. Ma chi se ne frega della politica… della fame nel mondo… di tutte queste sciocchezze! Adesso sappiamo che oltre all’orgasmo clitorideo noi ( o forse alcune di noi …mah) abbiamo la possibilità di un orgasmo vaginale… che progressi fa la scienza! Prima avevamo orgasmi “ignoranti” (vergogna!) ! Avessero fotografato la fenice o l’idra… sarebbe stato meno importante. Sapere è potere! Peccato che non abbiano considerato il potere della mente… non è questione di clitoridi o punti G, il piacere nella donna è legato essenzialmente al coinvolgimento mentale ed è questo segreto che i maschi dovrebbero conoscere per darci piacere! Altrimenti, mentre loro toccheranno il punto G individuato ormai con certezza ,noi continueremo a pensare alle bollette del gas!  Però ho paura a rivelare questa cosa. Non vorrei che da domani si mettessero a frugare il nostro cervello in cerca del punto F… 

Ah … dimenticavo , da oggi sarà lecito insultarsi fra donne con un bel : Io ce l’ho e tu no!

chi-4.jpg

Ci sono giorni nei quali mi sento soffocare .

Col tempo si accumula troppa roba: oggetti, ricordi, emozioni, doveri.

E’ proprio una sensazione fisica. Il “troppo” incombe e mi schiaccia.

Isa dice sempre che nella vita bisogna viaggiare leggeri. Ma cosa buttare?

Faccio enormi scatoloni di tutto. Vestiti, souvenirs, emozioni, paure, dolori.

 Li chiudo perfettamente. Li ripongo in angoli nascosti.

Ma ci deve essere qualcuno che a mia insaputa , approfittando della mia distrazione, li apre.

E allora appena mi sento leggera ecco ricomparire il vestito rosso. Sono certa di averlo riposto nello scatolone ed averlo sigillato eppure è qui.

E con lui  ecco ricomparire la paura della gente.  La tristezza di un addio. L’esame di maturità. La matrioska.

Ed io mi sento soffocare. Schiacciata dal peso di tutta questa roba che mi porto appresso.

Ci sono giorni nei quali , forse, non dovrei scrivere post.

dscn3971.JPG

A bientot

Condenadme, no importa, la historia me absolverá.

Wednesday, February 20th, 2008

Fidel Castro abbandona la guida di Cuba dopo 49 anni. Per molti un tiranno per me un uomo che ha avuto coraggio , che ha lottato contro il mondo intero , che ha creduto in un ideale ed ha tentato di mettelo in pratica.

Ora il lider maximo se ne va. Meglio di molti dei nostri  politici.

Immagino non sia stato  facile governare un ‘isola povera e colpita dall’embargo. Ma nel bene e nel male (ovvero : comunque la pensiate) , Fidel è stato un protagonista della nostra storia.

Qualsiasi cosa ne pensiate  io lo ringrazio per ogni bambino che ha mandato a scuola, perchè Cuba è l’unico Paese dell’America Latina che non ha bambini di strada, perchè la mortalità  infantile a Cuba è più bassa di quella negli Stati Uniti. Lo ringrazio per la sua campagna di alfabetizzazione, per gli ospedali ,per la ricerca farmaceutica. Per non aver favorito il culto della personalità. Per averci provato. 

Lo saluto con una sua citazione:

  • Il peggiore dei sacrilegi è il ristagno del pensiero.
  • Chissà se la storia lo assolverà davvero. Io l’ho più che assolto.

    a bientot